Adam5811 April 1, 2016

Allo stesso tempo, gli angeli stavano scommettendo sull’ambiente domestico, avendo perso solo una partita nella stagione con il campione dell’interliga Michalovce. Il secondo incidente è arrivato di nuovo in una partita importante, con 955 spettatori a guardare.

“È stata una buona occasione per essere un passo avanti in finale, non l’abbiamo usato” singhiozzò Martink. “Dobbiamo stare insieme. Perché se giochiamo così, non conquisteremo lo Slavia. ”

Questa volta il bridge non era idoneo.Stava zoppicando dal fischio iniziale e Slavia era sicuro di sé.

“Lo slavo era migliore fin dall’inizio”, ha detto Martink. “Sfortunatamente, quello che stiamo facendo in allenamento, non possiamo passare alla partita, mi dispiace molto.”

Come è assente la leggerezza degli Angeli Neri? “Non so se è nervosismo o una certa responsabilità. Davvero non lo so. ”

La maggior parte dell’allenatore Peter Dávid si è lamentato delle prestazioni sbilanciate prima dell’inizio della serie finale. “Quando due delle tre frizioni ci prendono, allora la birra e le ali suonano allora. E tutto va bene. Stiamo lavorando per rendere la forma instabile “, ha detto David. C’è stato un nuovo blackout nella prima finale.

Forse l’X-Factor, che era la pallamano dell’Angelo, manca agli Angeli.In Most, ha vissuto un’era d’oro, ma ha allenato Slavia sin dalla stagione in corso.

“Forse manca qualcuno come lei. Un giocatore che lo porta in campo quando si rompe quando fallisce. Il che calmerà la squadra “, ha detto Martink. “Ma dobbiamo anche combattere con noi stessi. Allo stesso tempo, abbiamo la motivazione per i giocatori, “trova un sacco di heciques nella cabina.

Inoltre, Vítková ha una brillante mappa della sua squadra dal suo lavoro. “Fa molto, ci ha fatto leggere. Era una brava giocatrice e ora la usa come allenatore. ”

La maggior incertezza deve essere chiarita dal Ponte fino al fine settimana, quando il finale culminerà in Eden. Slavia ha una spada sabato, continua domenica a vincere Most.

“Non dobbiamo ancora perdere la testa, sabato possiamo allungare la finale.Non vogliamo lasciar andare il titolo “, imperversa Martinková, di ritorno dalla Germania prima della stagione. “Ma dobbiamo migliorare, soprattutto nelle riprese. Non siamo cambiati da una distanza e quindi non da opportunità. “