admin August 24, 2019

Non è un segreto che la dirigenza del Manchester United abbia attirato Gareth Bale nei ranghi della sua squadra prima che il gallese finisse nel Real Madrid. Ora nel campo di Madrid, Bale non ha futuro, e quindi il tempo di pensare a cambiare club. È chiaro che Gareth può disprezzare personalmente i boss del Real Madrid e Zinedine Zidane di rimanere in Spagna per ricevere con calma il suo stipendio spaziale e non esercitare se stesso, ma per qualche motivo sembra che questo giocatore dovrebbe avere buone ambizioni per non cedere a una tale tentazione.

Allo stesso tempo, il Manchester United ora manca di giocatori esperti e qualificati nell’attacco, che sarebbero pronti al momento giusto per guidare la squadra dietro di loro. La cauzione può essere una soluzione a un problema, ma investire in esso è un’attività rischiosa. Ecco perché in estate ci sono stati pettegolezzi sulla prontezza del Manchester United a noleggiare Gareth con un’opzione di riscatto – dicono, vediamo se il centrocampista si è “arrugginito” completamente nella tua Spagna, e solo allora prenderemo la decisione finale sull’acquisto.

Il Real Madrid, a sua volta, vorrebbe vedere Paul Pogba a Santiago Bernabeu, che i capi del Manchester United giudicano molto caro, sebbene comprendano la necessità di separarsi da qualche parte. È possibile che nei prossimi giorni o addirittura ore i club si consultino nuovamente attivamente in merito alla ricerca di interesse comune e, forse, qualcosa si esaurirà davvero in questa comunicazione. Dopotutto, se il Real Madrid è pronto a noleggiare la Baviera in Baviera, qual è l’opzione peggiore per il Manchester United con il Madrid?

Con ogni decennio, il romanticismo del calcio lascia sempre di più. Nel “gioco di milioni”, praticamente tutto è già stato messo in atto per guadagnare milioni, se non miliardi. Per fare questo, i club acquistano costosi principianti per poter successivamente ottenere trofei, ricevere bonus, bonus, sponsorizzazioni e altri pagamenti. Hanno guadagnato denaro per i giocatori per molto tempo, anche vendendo i loro diritti di immagine e convertendo letteralmente tutto ciò che è possibile, anche i posti delle stelle del calcio sui social network, in valuta forte.